Mauritania, itinerario esplorativo

durata viaggio 22 giorni

 

Giorno 1: ARRIVO IN MAURITANIA

Arrivo a Nouakchott. Trasferimento e pernottamento all’hotel Azalai. Cena libera.

 

Giorno 2: NOUAKCHOTT

Visita dell'interessante Museo Nazionale che riassume la storia e la cultura dell’intero paese. Sono in esposizione numerosi reperti archeologici, manufatti, costumi e tessuti dalla preistoria ai giorni nostri. Immagini uniche scattate durante gli scavi di Aoudaghost, la città commerciale ed il sito meglio conservato del leggendario Impero di Ghana, che visiteremo il 16° giorno del nostro viaggio. Pranzo in un ristorante gestito da donne ivoriane per degustare le loro specialità. Nel pomeriggio percorreremo  una strada in direzione nord nel deserto del Sahara in uno spettacolare paesaggio di dune fino alla città mineraria di Akjoujt. Hotel du Sahara, hotel recente, completamente climatizzato con camere con servizi privati.

 

Giorno 3: ADRAR, DUNE E MONTAGNE

Intensa giornata di pista e fuori pista dedicata a scoprire uno dei più interessanti paesaggi geografici ed umani della Mauritania: valli, alte montagne, dune di sabbia gialla, picchi di roccia marrone scuro e rosso che nascondono minuscole oasi e villaggi d’argilla. L’Erg Amatlich è uno dei più bei bacini di dune della regione. Visiteremo remoti accampamenti nomadi, oasi e nascosti villaggi di argilla trovando qua e là preistoriche punte di freccia in pietra, frammenti di terracotta: testimonianze silenziose di popoli che vivevano in questi luoghi molto tempo fa, prima della desertificazione. Questi incontri umani dopo l’immenso silenzio del Sahara saranno intensi.

Arrivo in serata a Chinguetti che sarà la nostra base per due giornate. Cene e pernottamenti a La Gueila Guest House, un’accogliente struttura costruita in stile tradizionale mauro, camere climatizzate (o residenza privata).

 

Giorno 4: CHINGUETTI, L’OASI

Chinguetti fu un antico terminal carovaniero, un importante snodo commerciale tra il nord e l’Africa subsahariana.

Giornata interamente dedicata alla magica atmosfera di questa cittadella di pietra, considerata il gioiello delle oasi maure, e una delle meglio conservate dell’ intero Sahara.

L’antico borgo risale al XIII secolo.

Visita di due collezioni di manoscritti, tra cui Ould Habott, la più importante della Mauritania. Il minareto di pietra bianca è il secondo più antico dell’ intero mondo islamico ed ancora in uso. Scopriremo il palmeto che ombreggia rigogliosi orti e nella parte coloniale alcuni edifici risalenti all’epoca francese come l’ex forte della Legione Straniera ed il tribunale: interessanti esempi di architettura neo-sudanese.

Tramonto dalle alte dune che dominano Chinguetti.

Ritorno alla nostra accogliente base. Cena e pernottamento La Gueila Guest House

 

Giorno 5: OUADANE, LA PIÙ REMOTA

Ouadane, costruita su una collina rocciosa, è l’oasi più remota della Mauritania, un avamposto di fronte all’immensità del deserto assoluto. Fu fondata nel 1147. In parte in rovina, nella parte alta del villaggio diverse case in pietra sono ancora abitate. Un tempo Ouadane era un attivo incrocio carovaniero.

Il commercio nella regione di Ouadane fu così fiorente che nel 1487 i portoghesi costruirono, nella zona, un deposito fortificato, per scambiare manufatti e tessuti con oro , gomma arabica, avorio e schiavi.

Cena e pernottamento confortevole guest house di Agoueidir, camere climatizzate, o similare.

 

Giorno 6: L’OCCHIO DELL’AFRICA

Guelb er Richat è un mistero di roccia. Chiamato dai geologi “l’occhio dell’Africa” è diventato un punto di riferimento anche per gli astronauti. Tre anelli concentrici con una collina interna; l’anello più grande ha un diametro di 40 chilometri. I ricercatori hanno formulato diverse ipotesi sulle sue origini: la prima era che i cerchi fossero stati causati da un enorme meteorite caduto sulla terra. La teoria più recente ritiene che si tratti di un gigantesco vulcano collassato ed eroso. Campo nel deserto.

 

Giorno 7: ARTE RUPESTRE, UNA GALLERIA A CIELO APERTO

Itinerario fuoristrada tra spettacolari catene rocciose e possibile incontro con remoti gruppi di nomadi.

Il canyon del Trig Chauail è uno spettacolo impressionante: alcune superfici di roccia sono coperte di graffiti. La regione racchiude più di 220 pannelli con oltre 600 soggetti, una vera e propria mostra retrospettiva “a cielo aperto” sugli ultimi 6000 anni di arte rupestre nel Sahara. Dal tempo prima della desertificazione con rappresentazioni di guerrieri, cavalieri, carri tirati da cavalli e bovidi, bestiame, fauna selvatica, elefanti e antilopi, ai tempi più recenti e fino al presente con cammelli (dromedari)  arrivati nel Sahara con la desertificazione finale, circa 2000 anni fa. Campo presso il forte abbandonato di El Ghallaouiya costruito dai battaglioni a cammello dell’epoca coloniale. Nei dintorni del forte si respira la tipica atmosfera di un film sulla legione straniera.

 

Giorni 8, 9, 10: L’IMMENSO

Partenza per il vuoto totale. Attraverseremo l’immensità del deserto lontani da ogni traccia. L’Erg Ouarane misura più di 800 Chilometri di dune ininterrotte e sabbie vergini fin oltre l’orizzonte. Attraversarlo è la vera “esperienza Sahariana”.

GPS, bussola, guida locale e anni di esperienza ci aiuteranno a navigare attraverso una delle zone meno conosciute del Sahara, il più grande deserto della Terra, nelle sue forme più perfette, come solo l’immaginazione può rappresentare. Dopo tre giorni di vuoto totale apparirà il sito di Maghrouga una delle più spettacolari erosioni rocciose del Sahara: la natura ha scolpito qui un massiccio di rilievi di pietra in forma di elefanti.

 Alcuni graffiti raffiguranti un arcaico alfabeto berbero (Tifinagh) sono testimoni di un'antica presenza umana. Campi tra le dune.

 

Giorni 11 e 12: AOUKAR, DENSAMENTE POPOLATO NEL NEOLITICO

L’arrivo alla falesia dell’Aoukar è memorabile. Attraversare l’Aoukar è sia difficile, sia spettacolare. Una catena di rocce delimita a nord la sponda di un enorme lago, ora scomparso nel deserto, con resti di numerosi villaggi preistorici nascosti tra rocce e sabbia. In quel periodo il clima era umido e la regione densamente abitata. Gli esperti stimano che nel Neolitico ospitasse una popolazione di 400.000 persone, per quell’epoca una delle zone più popolate sulla terra. Arrivo a Oualata. Campo mobile.

 

Giorno 13: OUALATA

Intera giornata dedicata a Oualata, un’oasi unica e spettacolare risalente all’XI secolo. Protetta da falesie e colline rocciose fu un importante terminal carovaniero alle frontiere meridionali del deserto con le prime savane.

Oualata è patrimonio dell’UNESCO, il suo piccolo museo espone una interessante collezione di manoscritti.

Le tradizioni di Oualata sono ancora vive. Ciò che la rende speciale è l’architettura di argilla impreziosita dagli affreschi che decorano gli ingressi (e gli interni) delle case. Gli affreschi sono dipinti esclusivamente dalle donne che da secoli si tramandano questa tecnica, di madre in figlia.

Anche in altri gruppi etnici nelle savane dell'Africa occidentale le donne creano complessi affreschi che spesso nascondono significati simbolici. La tradizione degli affreschi qui collega la popolazione berbera locale con le tradizioni femminili dell’Africa nera. Ritorno al nostro campo.

 

Giorni 14, 15 e 16: SULLA STRADA PER AOUDAGHOST

Dopo Oualata raggiungeremo la strada che unisce Nema ad Ayoun El Atrous, quindi una pista in direzione Nord - Ovest. Uno dei punti forti dell’itinerario sarà il sito archeologico di Aoudaghost con chilometri di rovine nascoste tra le montagne. Si pensa che Aoudaghost fosse l’avamposto settentrionale dell’impero di Ghana, il più antico impero conosciuto in Africa Nera, risalente al VI secolo. Aoudaghost fu una ricca città carovaniera famosa per l’oro. Nei manoscritti islamici dell’epoca veniva descritta come simile alla Mecca.

Solo pochi siti di Aoudaghost sono stati studiati dagli archeologi nei primi anni ’60. Le tracce degli scavi sono svanite, coperte dalla sabbia. Avremo l’impressione di essere i primi ad arrivarci dopo secoli.

Nella stessa regione scopriremo Dogba: i resti di una grande città di pietra non ancora studiata ed avvolta dal mistero.

Andando oltre esploreremo, al lume delle nostre torce elettriche, profonde grotte che nascondono granai decorati, grandi macine di pietra nelle vicinanze di graffiti e pitture rupestri. Campo mobile.

 

Giorno 17: SABBIE PERDUTE

Esploreremo la parte occidentale del bacino di Aoukar. Le poche Guide Turistiche esistenti sulla Mauritania scrivono che solo sperimentati cammellieri si avventurano in quelle regioni… Lasceremo la regione "scalando" con la nostra carovana il Foum el Nega (il passo di Nega) considerato il passaggio più difficile di quello che è stato il percorso del Rally Parigi-Dakar. Campo mobile.

 

Giorni 18 e 19: COCCODRILLI NEL DESERTO

Troveremo la nostra via tra sabbia e rocce nella regione del Tagant fino alla guelta di Matmata. Nelle scarse acque di questa guelta scopriamo dei “fossili viventi” che hanno saputo sopravvivere al più drammatico dei cambiamenti climatici che hanno trasformato una verde savana attraversata da fiumi nell'attuale Sahara. I rari coccodrilli del deserto (della famiglia del Crocodylus Suchus) sopravvivono ancora in Mauritania ed in Ciad. Questo rettile vive principalmente di pesce e si è adattato a sopravvivere alla lunga stagione arida del Sahara grazie all'estivazione. L'estivazione è simile all'ibernazione, ma non per superare un inverno freddo e nevoso, al contrario per sopravvivere alla lunga, calda e arida stagione estiva, riducendo il metabolismo e tutte le attività vitali cadendo in uno stato simile al sonno.

Se il tempo ce lo permetterà visiteremo anche alcuni siti archeologici inesplorati con resti di grandi cittadelle fortificate in pietra che abbiamo scoperto un recente scouting. Campi mobili.

 

Giorno 20 BUTILIMIT

Raggiungiamo la strada asfaltata, conosciuta come "la route de l'espoir" (la strada della speranza), che collega la Mauritania sud-occidentale con la capitale e la costa atlantica. Sosta per il pranzo in un ristorante locale. Visita del mercato.

Arrivo a Butilimit e pernottamento al confortevole Maman Hotel, camere autonome climatizzate con acqua calda.

 

Giorno 21 - RITORNO A NOUAKCHOTT

Arrivo previsto a Nouakchott in tarda mattinata. Il colorato porto di pesca, il mercato centrale e gli artigiani.

Camere in day-use disponibili. Trasferimento in aeroporto.

 

Giorno 22 - ARRIVO A DESTINAZIONE


minimo 6 partecipanti

Prezzi e date di partenza

data di partenza rientro Note particolari Prezzo HS Calc

Calcolo del prezzo


Descrizione Costo
Costi fissi
Prezzo base a persona in camera doppia € 5978
isc + assicurazione medico/bagaglio € 80
Supplemento alta stagione € 0
Tasse aeroportuali indicativamente* € 0
Costi accessori e supplementi
Supplemento camera singola € 637
Visto di entrata nel paese/i € 55
supplemeto base 4 partecipanti € 2019
  TOTALE DEI COSTI  

costi annessi e supplementi


Costo a persona Prezzo
Tasse Aeroportuali, da verificare al momento dell'emissione del biglietto € 0
Sistemazione in singola € 637
Iscrizione ed Assicurazione medico-bagaglio € 80
Visto di entrata nel paese/i € 55
supplemento base 4 € 2019


la quota comprende:

  • Transfer aeroporto/ hotel e hotel/ aeroporto all’arrivo e alla partenza
  • Pensione completa, fino al pranzo dell’ultimo giorno
  • Bevande ai pasti durante le notti al campo tendato mobile. L’alcool è proibito nella Repubblica Islamica di Mauritania.
  • Una bottiglia di acqua minerale tutti i giorni durante i trasferimenti
  • Trasferimenti e spedizione in veicoli 4x4 
  • Tour Leader (parlante italiano, inglese e francese)
  • Tours e visite come da programma
  • Costi di partecipazione agli eventi come da programma
  • Sistemazioni come da programma
  • Kit di primo soccorso
  • Tutti I servizi inclusi nel programma

 

la quota non comprende:

  • Voli internazionali
  • Visti
  • Cene il giorno di arrivo e di partenza
  • Bevande durante I pasti, eccetto nelle zone sprovviste di ristorazione e per le notti al campo
  • Costi per foto e video personali
  • Iscrizione ed assicurazione medico-bagaglio (80 euro)
  • Mance
  • Tutte le spese di natura personale come lavanderia, telefono, etc.
  • Qualsiasi cosa non menzionata ne “la quota comprende”

 

Supplementi:

  • Sistemazione in singola: € 637,00
  • Supplemento per 4/5 passeggeri: € 2019
  • Assicurazione annullamento facoltativa

 

NOTA BENE: Data l’estrema, imprevedibile variabilità delle tasse aeroportuali, security tax e fuel surcharge il loro importo definitivo sarà disponibile a 21 giorni dalla data di partenza.

I servizi in Mauritania sono pagati in Euro. Le quote offerte non sono soggette ad adeguamento valutario.



Assicurazione Annullamento facoltativa


Attenzione: la richiesta di assicurazione contro il rischio annullamento va confermata contestualmente alla conferma del viaggio e viene resa operativa al momento del ricevimento dell'acconto.

torna ad info e viaggi: Mauritania

Punti forti del viaggio

Nouakchott, l'Adrar e le sue oasi, Chinguetti, Ouadane, Et Ghallaouiya, l'erg Ouarane, Aouker, Oualata, Aoudaghost, il Tagant

In Breve...

Tre settimane di dune, montagne, oasi, arte rupestre, affreschi africani sulle tracce del più antico impero dell'Africa nera. Per vivere una vera e propria esplorazione del Sahara, fuori dai sentieri battuti, ripercorrendo antiche vie carovaniere attraverso il deserto più grande della terra.

Richiesto per partire:

  • Passaporto valido
  • Visto/i ottenibile in loco