IL BORKOU, il deserto piu' bello

durata viaggio 19 giorni

1° giorno
Italia-N’Djamena

Voli di linea per raggiungere la capitale del Tchad. All’arrivo trasferimento in albergo e cena libera.

dal 2° al 4° giorno
N’Djamena-Salal-Kouba-erg Djourab-Faya Largeau

Un Sahel straordinariamente vivo accompagna il viaggiatore dalle immense savane alle steppe del Bahr el Gazal, “il fiume delle gazzelle”, un tempo alimentato dalle acque del lago Tchad ed ora completamente asciutto. Villaggi in banco, campi di sorgo e miglio, mandrie di zebù e cammelli all’abbeverata ai pozzi caratterizzano un territorio sempre più arido. Qua e là cominciano ad apparire tende di gente nomade o semi-nomade e ben presto gli orizzonti diventano infiniti prima di raggiungere l'insediamento di Kouba, poche case disseminate tra piccole dune spesso spazzate dal vento, che con il suo punto d’acqua costituisce una tappa importante per le carovane di dromedari che si muovono nella regione. Qui comincia il deserto e qui si pone il secondo campo, nei paraggi del villaggio. Ogni sosta ad un pozzo può essere l’occasione per comprendere il duro lavoro che i pastori devono compiere per abbeverare i propri armenti. A mano o con l’aiuto di un animale il contenitore di pelle, che raccoglie una ventina di litri d’acqua, viene con una corda tirato in superficie da una profondità di 30/50 metri. L’operazione viene ripetuta più e più volte, finché tutti gli animali non hanno bevuto a sazietà. Una fatica improba per gli uomini e per i viaggiatori uno spettacolo impressionante, specialmente se gli animali sono numerosi…Bella la traversata dell'Erg di Djourab, antica reliquia del lago Tchad ora cosparsa di diatomiti e dune a barkhana. Poi ecco apparire l'oasi animata di Faya-Largeau, bordata di bianche scogliere e dune aranciate. Contrasto vivissimo e scorci impareggiabili. Campi.

5° e 6° giorno
Faya-Ain Galaka-Toumour

Dopo una breve visita dell'oasi e i dovuti rifornimenti partenza verso nord ovest, seguendo quelli che furono i bordi dell'immenso paleo-lago Tchad. Ecco lunghi palmeti e belle barkhane di sabbia rossastra che conducono verso il pozzo di Ain Galaka, importante punto d'acqua ai piedi di abbacinanti diatomiti e dune. Prossima tappa il celebre Rond Point De Gaulle che segnerà un brusco cambio di direzione per la nostra spedizione: a nord, verso le prime propaggini del Borkou, insieme spettacolare di inselbergs, pinnacoli e torrioni rocciosi erosi ed impreziositi da numerose stazioni di pitture preistoriche. Campi.
 

dal 7° al 15° giorno
il Borkou

Questa sorprendente meraviglia del Sahara Tchadiano è situata tra le lave del Tibesti e le arenarie dell'Ennedi. E' il mitico Borkou, un territorio favoloso di rocce sbriciolate in forme suggestive annegate nelle sabbie. Giornate dedicate alla scoperta di panorami insoliti, tra i più belli del deserto in assoluto...vagabondando tra dune e bastioni di castelli fatati, tra dita di roccia protese verso il cielo e lame conficcate nella sabbia, tra fungaie, archi e suggestive cattedrali dalle enormi finestre aperte sull'infinito. E a dominare su tutto, sullo sfondo, l'imponente massa dell'Emi Koussi, vulcano a scudo che rappresenta il tetto del Sahara (3415 metri di altezza). Un'altra bella sorpresa che riserva il Borkou è la piccola regione di Kouroudi, ricca di siti rupestri e villaggi abbandonati nella notte dei tempi, forse in epoca preistorica. Interessantissimo! Qui la sabbia è bicolore, melone e bianca, risultata dall'erosione di arenarie ricche di ossido di ferro ed arenarie pure, cristalline. L'effetto è...di grande effetto! Le sparute comunità superstiti, annegate nel niente, vivono tra palme e rocce scolpite, in capannucce mimetizzate tra le barkhane. Ma è un susseguirsi continuo di scoperte piacevolissime, tra fondi di paleo-laghi dalle curiose intrusioni viola e laghetti sconosciuti, visitati solo da cavalieri d'Italia ed alzavole, circondati da Monument Valley più spettacolari ed infinitamente più estese dell'originale americano. Memorabili le passeggiate tra le quinte di scenari da magia. I campi saranno posti, in luoghi e postazioni particolarmente suggestivi...difficile fare altrimenti!
 

dal 16° al 18° giorno
Oum Chalouba-N’Djamena

Comincia la via del ritorno verso la capitale. Campi. Ma alcune pennellate rimarranno per sempre nella memoria, impareggiabili. Il Grande Deserto ormai è alle spalle e si ritrovano le steppe e le savane tipiche del sahel con i villaggi colorati caratteristici dell’Africa Nera. Ecco Oum Chalouba e poi Abéché, Mongo, Bakoro ed infine Ndjamena, nel gigantesco bacino dell'attuale lago Tchad. Doccia, cena libera e trasferimento in aeroporto in tempo per l’imbarco sul volo per l’Europa.

19° giorno
Italia

Arrivo a destinazione.
 


Prezzo per persona in doppia – partenza da Milano/Roma minimo 10 partecipanti con Tour Leader italiano

 

 

Prezzi e date di partenza

data di partenza rientro Note particolari Prezzo HS Calc
2017 Gio. 26 Ott Lun. 13 Nov accompagnato da Giancarlo Salvador 3950 -
2017 Gio. 16 Nov Lun. 04 Dic accompagnato da Adriano Curzi 3950 -
2018 Gio. 15 Mar Lun. 02 Apr accompagnato da Adriano Curzi 3950 -
2018 Gio. 15 Nov Lun. 03 Dic accompagnato da Adriano Curzi 3950 -

Calcolo del prezzo


Descrizione Costo
Costi fissi
Prezzo base a persona in camera doppia € 3950
isc + assicurazione medico/bagaglio € 80
Supplemento alta stagione € 200
Tasse aeroportuali indicativamente* € 490
Costi accessori e supplementi
Supplemento camera singola € 180
Visto di entrata nel paese/i € 180
  TOTALE DEI COSTI  

costi annessi e supplementi


Costo a persona Prezzo
Tasse Aeroportuali, da verificare al momento dell'emissione del biglietto € 490
Sistemazione in singola € 180
Iscrizione ed Assicurazione medico-bagaglio € 80
Visto di entrata nel paese/i € 180


La quota comprende:
I voli a/r in classe economy
Sistemazione in camere doppie standard a n’Djamena e in tende doppie tipo igloo durante il circuito 
Trasferimenti da e per l’aeroporto 
Circuito nel deserto a bordo di veicoli fuoristrada tipo Toyota Land Cruiser
Pensione completa, esclusi eventuali pasti nella capitale
Tutte le escursioni e le visite citate nel programma
 
 
La quota non comprende:
Tasse aeroportuali, security tax & fuel surcharge **
Il visto d’ingresso 
L’iscrizione ed assicurazione medico/bagaglio 
Eventuali pasti nella capitale
Le bevande, le mance, gli extra di natura personale, quanto non espressamente citato
 
 
Supplementi:
Sistemazione in singola
*Vettore aereo alta stagione
 
 
** NOTA BENE: Data l’estrema, imprevedibile variabilità delle tasse aeroportuali, security tax e fuel surcharge il loro importo definitivo sarà disponibile a 21 giorni dalla data di partenza.
 
I servizi in Tchad sono pagati in Euro. Le quote proposte non sono soggette ad adeguamento valutario. 
 
 



Assicurazione Annullamento facoltativa


Quota di partecipazione al viaggio Premio per assicurato
Fino a € 1.500,00 € 35
Fino a € 2.000,00 € 50
Fino a € 2.500,00 € 60
Fino a € 3.000,00 € 70
Fino a € 4.000,00 € 90
oltre e fino a € 8.000,00 € 120


Attenzione: la richiesta di assicurazione contro il rischio annullamento va confermata contestualmente alla conferma del viaggio e viene resa operativa al momento del ricevimento dell'acconto.

torna ad info e viaggi: Tchad

Punti forti del viaggio

In Breve...

Rivolto ai tanti, incondizionati innamorati del Sahara: mettete insieme tutte le vostre esperienze precedenti, i ricordi più belli, le immagini più suggestive e sconvolgenti del Deserto per antonomasia...ecco, questo è il Borkou! Il compendio di tutti gli aspetti più spettacolari, insoliti, affascinanti del grande Sahara. Anzi, di più! Un concentrato di bellezza pura, di emotiva meraviglia, di profumo d'infinito.
Rivolto ai novizi: un battesimo di fuoco! Memorabile! Da cappottarsi...
Rivolto agli appassionati di fotografia: portatevi “memorie” o pellicole a gogò. E' un consiglio!
Sabbie arrembanti e tassili erosi, dove si celano antichissimi ripari riccamente affrescati, coltri di mobile velluto che avviluppano mollemente paesaggi surreali di dune, guglie frastagliate, cattedrali minerali e torrioni d'arenaria, sentinelle di un passato assai remoto. E piccoli villaggi, minuscole comunità sperdute nel nulla che vivono in simbiosi con gli assoluti del Sahara.

Richiesto per partire:

  • Passaporto valido
  • Visto/i da ottenere in Italia
  • Vaccinazione febbre gialla