Itinerari ed informazioni per viaggiare in Uganda

Viaggi in Uganda

Primati e Big Five-standard

l’Uganda e il Rwanda regalano l’emozione (imperdibile!) dell’incontro con i primati. E certo non offre di meno il contesto! Il Nilo Vittoria, i grandi laghi, le alte montagne dalle cime innevate, le foreste primarie, i parchi tripudio di vita: una natura sublime, quasi eccessiva! Tutto è spudoratamente esagerato, grandioso, impressionante. E poco frequentato. Meglio di così... Paesi da visitare certi di essere accolti da popolazioni amichevoli che hanno ritrovato una spontanea ospitalità, un’incredibile voglia di vita.

...programma di viaggio dettagliato

Primati e Big Five - light

l’Uganda e il Rwanda regalano l’emozione (imperdibile!) dell’incontro con i primati. E certo non offre di meno il contesto! Il Nilo Vittoria, i grandi laghi, le alte montagne dalle cime innevate, le foreste primarie, i parchi tripudio di vita: una natura sublime, quasi eccessiva! Tutto è spudoratamente esagerato, grandioso, impressionante. E poco frequentato. Meglio di così... Paesi da visitare certi di essere accolti da popolazioni amichevoli che hanno ritrovato una spontanea ospitalità, un’incredibile voglia di vita.

...programma di viaggio dettagliato

Scheda paese

  • Clima, quando andare in Uganda: : L’Uganda è caratterizzata prevalentemente da un clima tropicale e la temperatura è relativamente costante tutto l’anno con giornate calde e notti fresche; le temperature sono però determinate dalla altitudine. La stagione più secca e calda, ove le temperature raggiungono i 30°, parte a dicembre per terminare poi a marzo; gennaio è il mese più caldo in assoluto. Le stagioni delle piogge sono essenzialmente due: la prima delle lunghe piogge, da aprile a maggio e l’altra, delle piccole piogge, da ottobre a novembre; il mese più freddo è invece luglio. Nelle regioni settentrionali si ha generalmente una sola stagione delle piogge, quella primaverile.
  • Acquisti: L’artigianato locale offre molti oggetti, in special modo in legno, come: figure di animali africani, maschere, scudi, armi, piatti, bastoni per camminare. Si possono poi acquistare cestini per la frutta… tamburi e strumenti musicali… tè, caffè … monili colorati, come le elaborate collane in perline. E’ inoltre possibile acquistare borse e vestiti tipici dell’Uganda come il tradizionale Busuti, il khanga, il Kikoi o il Boubou. E’vietato invece l’acquisto di qualsiasi prodotto in avorio o comunque ricavato dagli elefanti, pelli di felini maculati e striati, gusci o prodotti di tartaruga, molte piante tra cui orchidee e cactus selvatici.
  • Foto video: Nessuna limitazione (eccetto impianti militari, uffici governativi ed affini). Si raccomanda di fornirsi di rullini e pile di ricambio prima della partenza. Utili i sacchetti di plastica per proteggere i rullini e la macchina fotografica.
  • Ordinamento politico: Repubblica presidenziale;
  • Superficie: 241.113 kmq;
  • Popolazione: 23.986.000 abitanti;
  • Densità per metro quadro: 99 abitanti per kmq;
  • Capitale: Kampala;
  • Fuso orario: ora solare = +2, ora legale = +1 ;
  • Moneta: Scellino ugandese ;
  • Lingue: Inglese (ufficiale), ganda, swahili, arabo;
  • Religioni: Protestanti 33%, Cattolici 33%, Animisti 18%, Mussulmani 16% ;
  • Etnie: ;
  • Prefisso: 00256;

Visti e vaccinazioni

Formalità e visti:

Necessario il passaporto con validità di 6 mesi dalla data di partenza e con almeno due pagine contigue libere. Richiesto il visto turistico, ottenibile all’arrivo. Ogni viaggiatore deve controllare personalmente la validità del proprio passaporto e della marca da bollo. L’organizzazione non ha alcuna responsabilità nel caso di impossibilità a partire o ad entrare nel paese di destinazione a causa di documenti non idonei.

Vaccinazioni

Per entrare in Uganda è obbligatorio essere stati vaccinati contro la febbre gialla.