tra cascate, ghiacciai e vulcani

durata viaggio 11 giorni

1° giorno

Volo Milano – Reykjavik/Keflavik      

 
Arrivo all’aeroporto di Reykjavik/Keflavik. Trasferimento privato o con bus alla struttura prevista per il primo pernottamento, nei pressi dell’aeroporto. Incontro con un incaricato. Cena libera. 
 

2° giorno

Krysuvik-Hveragerdi e il Golden Circle

 
Il viaggio alla scoperta di questa sorprendente isola inizia dalla penisola di Reykjanes ed un’escursione nell’area geotermale di Krysuvik, dove fumarole e fanghi bollenti sono a testimoniare l’intensa vita sotterranea dell’isola. Si raggiunge poi Hveragerdi, la zona termale più vicina alla capitale, dove vengono coltivati fiori e ortaggi in numerose serre e dove realizzeremo un’escursione attraverso una meravigliosa valle solcata da un fiume di acqua calda, nelle cui acque termali è possibile godere di un bagno rigenerante prima di proseguire. Si prosegue con la visita ai luoghi più noti dell’isola, situati ad una breve distanza dalla capitale. Thingvellir è una località che presenta un enorme interesse naturalistico: geologicamente è uno dei più bei “graben” del globo. Si tratta infatti di una conca di vaste proporzioni sprofondata lungo una linea di faglia ed occupata in gran parte dalle acque del lago Thingvallavatn, il più grande e profondo d'Islanda. Il paesaggio attorno mostra enormi campi di lava coperti da muschio e licheni, profonde spaccature aperte nei basalti colonnari e invase talora da un' acqua blu trasparente e gelida. Questo luogo, incantevole e solitario, fu scelto fin dal 930 come sede estiva dell'Althing (assemblea dei coloni), l’antico parlamento di una delle prime repubbliche del mondo. E’ là che fu votata, nel mese di giugno dell’anno mille, l’adozione del Cristianesimo come religione ufficiale. Passeggiare nel mezzo delle falesie di basalto nero la cui architettura naturale sembra essere stata edificata da titani al servizio di Thor o di Odino è molto piacevole. Non lontano Geysir, "ciò che sgorga", fenomeno che ha dato il nome a tutti quelli analoghi nei vari paesi del mondo. Strokkur, il piccolo geysir attivo, offre ogni 4-8 minuti uno spettacolo affascinante ed notevole: preceduto da borbottii sotterranei e da un ribollio intenso, un getto  di acqua bollente scaturisce con fracasso, formando una colonna liquida che può raggiungere i 30-40 metri. E’ poi la volta di Gullfoss, la "cascata d'oro", formata dalle acque del fiume Hvita che incidono crepacci e fessure tra enormi pareti basaltiche ed è considerata una delle più interessanti del mondo. E per finire ecco un´altra delle meraviglie naturali della regione: la cascata di Seljalandfoss, con 54 metri di caduta. Un passaggio permette di camminare dietro la cascata osservando il risultato dell’azione di erosione dell’acqua sia sulla parete che alla base della falesia. Il mondo appare attraverso una tendina formata dall’acqua, gli schizzi vi raggiungono, il rumore è assordante: un’emozione rara! Altre cascate minori contribuiscono a rendere intensamente verde la zona. Particolarmente affascinante per la posizione nascosta tra le rocce la cascata di Glufrafoss. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento o simili. 
 

3° giorno

Skogar e la spiaggia nera di Vik

 
Si entra nella valle solcata del fiume Skogar, tra numerose cascate e cascatine di varia potenza che scendono facendosi spazio tra le rocce. La più nota è l'impressionante cascata di Skogafoss, una delle più grandi dell’isola con una caduta di 62 metri. Ci attende la costa meridionale islandese con le sue caratteristiche spiagge di sabbia nera derivata dalla roccia vulcanica sminuzzata dalla forza delle onde, le sue cascate e le sue scogliere. Si prosegue verso Dyrholaey, un promontorio di origine vulcanica le cui ripide scogliere sono ricche di nidi di molte specie di uccelli marini, soprattutto di pulcinella di mare. Per finire la giornata si passeggia lungo le spiagge nere di Vik i Mirdal, su cui strapiombano bellissimi promontori e faraglioni di basalti colonnari. Tra le acque troneggiano tre magnifici faraglioni detti “trolls giganti”, tre rocce monolitiche che nei mesi estivi ospitano i nidi di una moltitudine di “pulcinella di mare”, i famosi uccelli tipici dell’isola che si lanciano nel vuoto in modo che le loro piccole ali possano battere con efficacia e sollevarsi in volo. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

4° giorno

Parco nazionale Skaftall e il ghiacciaio Vatnajokull

 
Prossima tappa il Parco Nazionale di Skaftafell, per raggiungere il quale si attraversa uno dei maggiori campi di lava d’ Europa. Un’escursione a piedi, della durata di circa 2-3 ore, ci condurrà alla cascata di Svartifoss, le cui particolari colonne di basalto hanno ispirato la costruzione dell’attuale cattedrale di Reykjavik. Durante il trekking si può godere di incredibili viste sulle immense masse di ghiaccio delle lingue del Vatnajökull, il più grande ghiacciaio europeo grazie agli 8.400 kmq di estensione e allo spessore che raggiunge il chilometro. Splendida la vetta Hvannadalshnukur che con i suoi 2.111 metri si erge come il “tetto dell’Islanda”. In un’imponente lingua glaciale, equipaggiati con i ramponi, realizzeremo un’escursione sul ghiaccio. Date le caratteristiche del ghiacciaio, per motivi di sicurezza e per rendere l’escursione accessibile a tutti, anche a chi non ha mai indossato i ramponi, si realizzerà una breve passeggiata che ci permetterà di sperimentare la strana sensazione di camminare sopra il Vatnajokull, affascinati dalle incredibili formazioni di ghiaccio, dai crepacci, dai seracchi… Scopriremo tutte le varietà di formazioni create dall’avanzamento del ghiacciaio: le morene, laterali e centrali; i canali di scolo; le valli glaciali secche; i laghi di origine glaciale… Si giunge poi nella zona di Jökulsarlon dove si presenta uno spettacolo davvero straordinario: l’enorme massa di ghiaccio dell’ Oroefajökull arriva al mare frantumandosi in spettacolari, suggestivi icebergs di colore blu, verde-azzurro e nero che galleggiano in una laguna circondata da sabbia nera e ciottoli di lava splendenti come gioielli. Gli iceberg provengono dalla lingua glaciale del Breidamerkurjokull e formano figure curiose e sorprendenti. Nelle vicinanze una grande spiaggia dalla quale è possibile avvistare anche foche e numerose specie di uccelli marini. Possibilità di partecipare a una gradevole escursione in barca o zodiac tra gli iceberg che galleggiano nel lago (opzionale). In serata arriveremo ad Hofn chiamata la “capitale del Vatnajokull” per la sua privilegiata posizione da cui si può ammirare il grande ghiacciaio del Vatnajokull. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

5° giorno

Hofn-Stafafell

 
Il programma di oggi prevede una delle escursioni preferite degli islandesi, ancora poco conosciuta dai visitatori stranieri: un bellissimo trekking della durata di circa 4-5 ore nella zona di Stafafell. Nella prima parte del percorso si cammina su sentieri fiancheggiati da bassi arbusti in mezzo a valli e colline di pietre sedimentarie. Si raggiunge poi la cima per ammirare l’impressionante e profondo canyon di riolite formato dal fiume Jokulsa i Loni che scorre in una grande pianura. Infine si scende suk fondo del canyon solcato da decine di dighe di basalto in un ambiente carico di energia. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

6° giorno

Le cascate: Hengifoss e Dettifoss

 
Ci si dirige verso la parte orientale dell’isola percorrendo la parte più selvaggia della Ring Road, la strada nazionale N. 1, dove in alcuni tratti l’asfalto scompare per lasciare spazio a una strada sterrata. La mèta è la cittadina di Egilsstadir, ai piedi del lago Lagarfljot. Da qui un’escursione di circa 2 ore porta alla cascata di Hengifoss, 118 m di altezza. Il rumore dell’acqua tra il circolo di colonne di basalto che la circonda è stupefacente. A conclusione della giornata Dettifoss, senza dubbio la maggiore cascata islandese, situata nella parte sud del grandioso canyon di Jokulsargljufur situato all’interno del parco nazionale del Vatnajokull. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

7° giorno

Krafla-Akureyri-lago Myvatn

 
La giornata è consacrata alla visita della regione del lago Myvatn: il primo lago della zona si è formato circa 3800 anni fa a seguito di un'eruzione del vulcano Ketildyngja, situato a sud-est, che eruttando una quantità enorme di lava sommerse questa zona e creò anche il lago. Il lago è il terzo d'Islanda per superficie (38 chilometri quadrati), situato su di un pianoro di lava a 227 metri di altezza, con una profondità di 4 metri. Le numerose isolette emergenti sono degli pseudo-crateri formatisi quando la lava fluida ha spinto l'acqua nelle fessure e nelle cavità del magma precedentemente accumulatosi, trasformando l'acqua stessa in vapori surriscaldati esplosivi. Curiosi sono i faraglioni e le concrezioni di lava dalle forme più strane, dovuti all’erosione di camini vulcanici formatisi in ambiente acquatico, nonché gli straordinari effetti delle rocce nere ricoperte di verde muschio e di licheni e le colline multicolore di riolite. La flora e la fauna sono particolarmente ricche sia lungo le rive che sugli isolotti. Il tutto crea un’atmosfera incantevole e nonostante tutto serena, anche se qua e là pentoloni di fango ribollente e soffioni ricordano che tra il 1975 ed il 1984 ci sono state ben nove eruzioni. Myvatn (che in islandese significa “il lago delle zanzare” da “my”= zanzare e “vatn” = acqua, lago) è forse la zona più famosa e importante del nord dell’isola dal punto di vista naturalistico grazie all’intensa attività vulcanica. Dopo un trekking di circa 1 ora e mezza nella zona del vulcano ancora attivo di Krafla, si raggiunge sulla sponda orientale del lago la zona di Dimmuborgirper realizzare un’escursione all’interno del suo labirinto di curiose formazioni laviche formatesi grazie al rapido raffreddamento della lava fusa. Alla fine ci attende una sosta al “Blue Lagoon del nord”, una SPA naturale con calde acque azzurre. Contrariamente alla sua omonima situata nel sud, nelle vicinanze di Reykjavik, questa SPA è poco turistica e i paesaggi sono di gran lunga migliori. Ultima fermata obbligata a Godafoss, la “cascata degli dei”, collegata ai racconti delle saghe islandesi. In serata si giunge ad Akureyri, considerata la capitale del Nord. Cena libera e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

8° giorno

balene foche a Hvammstangi

 
La graziosa cittadina di Akureyri si trova nel fiordo di Eyjafjordur, il piú grande dell’Islanda, un porto naturale circondato da montagne. Attività principali: la pesca e l’industria collegata. Per il nord dell’Islanda Akureyri è un importante centro culturale, con tre musei, una grande biblioteca ed un giardino botanico. Si lascia la cittadine per raggiungere il piccolo villaggio di perscatori di Hauganes, da dove parte un’escursione in barca della durata di circa 3 ore. Con un po’ di fortuna avremo la possibilità di avvistare balene e foche, oltre ad una moltitudine di uccelli di specie diverse. Successivamente,nei pressi della cittadina di Hvammastangi, cercheremo di avvistare le foche che popolano una grande colonia nel fiordo Midfjordur e visiteremo un museo a loro dedicato. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

9°giorno

Arnastapi, la penisola di Snaefellsnes e Grundarfjordur

 
Eccoci alla penisola di Snæfellsnes, dominata dal maestoso ghiacciaio di Snæfellsjökull che si estende per circa 100 km e nel punto più alto raggiunge i 1.446 m di altitudine. Il cono del vulcano Snæfells, per la sua specificità geomorfologica, si ritiene abbia una grande influenza sui fenomeni meteorologici della zona ma anche un’alta concentrazione di forze magnetiche e misteriose. Giulio Verne, affascinato dal vulcano, nel suo libro “Viaggio al Centro della Terra” lo indica come punto di accesso al centro della Terra. Quest’area è stata dichiarata zona protetta nel 1979 ed è famosa per le sue grandiose e caratteristiche scogliere basaltiche, dove l'erosione del mare ed il vento hanno scolpito la roccia dando forma ad archi quasi perfetti. Qui durante l'estate nidificano numerose specie di uccelli migratori. Nella localitá di Arnastapi, affascinante villaggio peschereccio, un’escursione di circa 2-3 ore ci porta a Hellnar attraversando un’area molto caratteristica sia per i campi di lava che per le scogliere e le colonne di basalto sulle quali nidificano numerose specie di uccelli migratori durante l'estate. Se le condizioni del tempo e del sentiero lo permetteranno, ci spingeremo sopra al cratere per godere delle magnifiche viste che si possono avere da questo punto elevato. Altra sorpresa: la grotta di lava del Parco Nazionale di Snaefellsjokull, lunga quasi 200 metri e divisa in tre sezioni principali. Scoperta solo recentemente, si è formata quasi 8.000 anni fa a seguito di varie eruzioni di un vulcano situato nelle immediate vicinanze. Per chi lo desidera, possibilità di partecipare a un’escursione opzionale che permette di visitare l’interno per osservare da vicino questo luogo nascosto ricco di tunnel di lava e di spettacolari formazioni laviche (escursione non inclusa). Per la serata si giunge al villaggio di Grundarfjordur nella costa nord della penisola, dove alberga il vulcano Kirkjuffel. Cena e pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento, cottage o simili. 
 

10° giorno

Deildartunga-Barnafoss-Reykjavik

 
In mattinata partiremo in direzione del sud-est dell’isola per visitare Deildartunga, la sorgente di acqua calda più importante d'Europa e forse del mondo, la quale rifornisce di acqua calda tutti i villaggi e le città vicine come Borgarnes e Akranes. Si rimane affascinati dalla potenza e dalla forza di questa sorgente naturale. Successivamente visiteremo Barnafoss, la “cascata dei bambini”, che si getta nel fiume Hvita ed è caratterizzata da particolari formazioni rocciose che le conferiscono un fascino inusuale. Arrivo nella capitale islandese e visita libera. Suggeriamo di iniziare la visita percorrendo Laugavegur, la via centrale della città che racchiude, in sostanza, tutte le attività commerciali, culturali e turistiche di Reykjavik, tra cui grandi negozi di articoli sportivi outdoor, caratteristici locali, dove poter rilassarsi e prendere un caffè con gli eccellenti dolci islandesi, ristoranti, ecc. Anche la zona alta della città, dove si trova la famosa cattedrale Hallgrimskirkja, merita una buona passeggiata tra le caratteristiche e tipiche casette di legno colorato che, come nella maggior parte dei Paesi Nordici, solitamente non sono dotate di tende alle finestre e tantomeno di recinzioni. L’Art Museum e il National Museum of Iceland sono, tra i musei, sicuramente quelli che maggiormente aiutano a conoscere storia, arte e cultura di questo originale Paese. In alternativa la Piscina Municipale di Laugardalur è sicuramente il luogo adatto per passare un po’ di tempo nelle calde acque termali islandesi a fianco della popolazione, che la frequenta nel tempo libero. Cena libera. Pernottamento in guesthouse, B&B, ostello, appartamento o simili. 
 

11° giorno

Volo Reykjavik/Keflavik- Milano

 
Trasferimento all’aeroporto di Keflavik/Reykjavik e volo di rientro in Italia.
 
 
 
 
 
NB:
 
Il percorso può essere realizzato nel senso descritto o nel senso inverso a seconda delle date di partenza. Può cambiare dunque l’ordine delle visite, ma il programma di viaggio rimane lo stesso. L’Islanda è un paese particolarmente soggetto ad improvvise variazioni meteo. Maltempo, cattive condizioni del terreno e del mare, problemi logistici o tecnici o altro possono costringere la guida a variare il programma stabilito all'origine, per questo viene richiesta molta flessibilità, spirito di gruppo e collaborazione da parte del viaggiatore.

Prezzo per persona in doppia – partenza da Milano – minimo 4 partecipanti

 

Prezzi e date di partenza

data di partenza rientro Note particolari Prezzo HS Calc
2019 Mer. 03 Lug Sab. 13 Lug 2695 -
2019 Sab. 13 Lug Mar. 23 Lug 2695 -
2019 Mer. 24 Lug Sab. 03 Ago 2695 -
2019 Sab. 03 Ago Mar. 13 Ago 2795 100
2019 Mer. 14 Ago Sab. 24 Ago 2795 100
2019 Sab. 24 Ago Mar. 03 Set 2695 -
2019 Mer. 04 Set Sab. 14 Set 2695 -

Calcolo del prezzo


Descrizione Costo
Costi fissi
Prezzo base a persona in camera doppia € 2695
isc + assicurazione medico/bagaglio € 80
Supplemento alta stagione € 100
Tasse aeroportuali indicativamente* € 290
Costi accessori e supplementi
  TOTALE DEI COSTI  

costi annessi e supplementi


Costo a persona Prezzo
Tasse Aeroportuali, da verificare al momento dell'emissione del biglietto € 290
Sistemazione in singola € 0
Iscrizione ed Assicurazione medico-bagaglio € 80


La quota comprende: 
I voli a/r da Milano diretto o con scalo in classe Economy
Trasferimento privato o con Flybus aeroporto/hotel/aeroporto
Pernottamenti in guesthouse, cottage, ostello o simili (camere condivise con bagni comuni)
Circuito in minibus ed escursioni come da programma
Tutti i pasti durante il circuito: colazione, pranzi al sacco tipo pic-nic e cene con cibi caldi
ingresso alla Blue Lagoon del Nord
Tutti i trasferimenti previsti nel programma di viaggio
Accompagnatore parlante italiano 
 
La quota non comprende:
Iscrizione ed assicurazione medico/bagaglio
Spese emissione biglietto aereo: € 30
Pasti a Reikyavik ed Akureyri, pasti e pernottamenti durante i trasferimenti negli aeroporti e nei giorni di volo.
Pernottamenti, pasti extra, spese per cancellazione dei voli, emissione nuovi voli dovuti a ritardi, cattive condizioni meteorologiche, scioperi aeroportuali, o qualsiasi altra causa che non dipenda dall'agenzia organizzatrice
tutto quanto non espressamente indicato alla voce "La quota comprende".
Tasse aeroportuali (tra 190 e 290 € a seconda del volo)
Bevande, mance, extras di natura personale, quanto non espressamente citato
 
Supplementi:
Assicurazione annullamento facoltativa



Assicurazione Annullamento facoltativa


Quota di partecipazione al viaggio Premio per assicurato
Fino a € 1.500,00 € 35
Fino a € 2.000,00 € 50
Fino a € 2.500,00 € 60
Fino a € 3.000,00 € 70
Fino a € 4.000,00 € 90
oltre e fino a € 8.000,00 € 120


Attenzione: la richiesta di assicurazione contro il rischio annullamento va confermata contestualmente alla conferma del viaggio e viene resa operativa al momento del ricevimento dell'acconto.

torna ad info e viaggi: Islanda

Punti forti del viaggio

In Breve...

Un itinerario originale e completo, un'esperienza unica e attiva a contatto con la straordinaria natura islandese. I pernottamenti sono in guesthouse, B&B, ostelli, appartamentì…l’Islanda privilegia le sistemazioni alternative, data la scarsa presenza di alberghi .In un piccolo gruppo (massimo 8 persone), accompagnati da una guida/accompagnatore di lingua italiana o spagnolo/inglese, alla ricerca dei luoghi più spettacolari e significativi, circondati da ghiacciai e vulcani. Le escursioni e le attività previste esprimono lo spirito dell'isola: una camminata su un ghiacciaio con i ramponi; l’avvistamento di balene, foche e della ricca avifauna nordica; la navigazione tra gli iceberg; la visita di Akureyri, la graziosa capitale del nord, e di Reykjavik… 

Richiesto per partire:

  • Carta d'Identita o passaporto