La ruta del encanto

durata viaggio 18 giorni

1° e 2° giorno
Italia-Santa Fe di Bogotà

Partenza dall’Italia con voli di linea. Arrivo nella capitale e trasferimento in albergo. Situata a 2600 metri d'altezza Bogotà sorge sull'altopiano fertile della Sabana, ai piedi della cordigliera orientale delle Ande. E' nata dal mito dell'El Dorado che i conquistadores venuti dalla costa caraibica situavano proprio qui, su questo pezzetto di territorio, una volta patria della brillante civilizzazione degli Indios Muiscas. Secondo giorno dedicato a passeggiate nel centro storico della capitale, La Candelaria, rinomata per la sua magnifica architettura coloniale, caratterizzata da mura spesse e portoni in legno che si aprono su incantevoli scorci di  cortili e porticati. Plaza Bolivar, centro nevralgico e punto di partenza per tutte le visite: la Cattedrale Primada, la Plazoleta del Chorro de Quevedo, il palazzo di Nariño. La salita in teleferica al Santuario di Monserrate offre un impagabile panorama su tutta la città.La visita all'incredibile Museo dell'Oro permette un'immersione nella cultura precolombiana e la scoperta dei tesori più preziosi della Colombia: quasi 50.000 oggetti in oro, legno, tessuto, ceramica, testimoni del ricco passato del paese. Per finire visita alla Fondazione Botero, per ammirare dipinti e sculture dell'”artista dai soggetti dilatati”. Pasti liberi. Pernottamenti all’hotel BH Bicentenario 4* situato nel centro storico de La Candelaria.

3°, 4° e 5° giorno

Bogotà-Leticia-Puerto Narino e l'Amazzonia

Volo per Leticia, capitale dell'Amazzonia colombiana, una regione che offre ai visitatori un mondo primitivo e coinvolgente in cui vivono numerose comunità indigene ancora legate ai riti e ai ritmi della vita tradizionale. Prima scoperta del grande Rio e primo pernottamento a Leticia, all’hotel Waira (o similare), cena libera. Il mattino seguente trasferimento all'imbarcadero di Leticia e partenza in barca per Puerto Nariño, principale fulcro d'interesse della regione e uno degli ultimi villaggi colombiani prima della frontiera col Perù. Da anni, qui, la municipalità ha vietato l'uso di veicoli motorizzati, rendendo quindi il luogo una vera oasi di pace...”el Pesebre Natural del Mundo”. Sistemazione all'Hotel Manguaré (o similare) e passeggiata nel villaggio all’incontro delle comunità Ticuna, Yagua e Cocama. La vista dal Mirador Nai-Pata (che significa “la casa dell'albero”) offre un panorama fantastico sui fiumi e l'immensità della foresta. Escursione in barca verso il lago Tarapoto, un'occasione per apprezzare questo santuario naturale con la sua inimmaginabile abbondanza di specie vegetali e animali. In particolare le Victoria Regia, fantastiche ninfee che possono raggiungere i 2 metri di diametro. Ma anche i delfini d'acqua dolce, i delfini rosa o “boto” dell'Amazzonia, che qui nascono e si riproducono e che accompagneranno piacevolmente la navigazione. Anche sul lago divieto di motori per preservare la fauna ittica dalle eliche e dall'inquinamento sonoro. Possibilità di bagni strepitosi! Incontro quanto mai interessante con la comunità Ticuna del Tarapoto, particolarmente legata ai modi di vita tradizionali, e nel pomeriggio passeggiata in foresta con una guida Ticuna alla scoperta delle piante indigene e del loro utilizzo nella farmacopea tradizionale. Dopo cena, e “dulcis in fundo”, uscita in peque-peque (piroga locale) per avventurarsi tra i silenzi e i rumori improvvisi e misteriosi della giungla amazzonica. Il mattino del 5° giorno uscita in piroga per raggiungere il Parco Nazionale Amacayacù, la principale riserva naturale del trapezio amazzonico, dove si trova la più grande varietà di primati al mondo, in particolare il Titi Leoncito, il più piccolo primate d'America. Incontro con la comunità di San Martin, il loro modo di vita ed il loro artigianato costituito in gran parte da particolari elaborazioni di fibre di palma di Chambira, scorze Yanchama e semi di frutti tropicali. Una passeggiata nel nulla densissimo ed ignoto della foresta sarà l'occasione per sorprendersi all'incredibile sinfonia naturale ed arcana del concerto animale. Dopo cena serata speciale nella maloca Maruapu, una casa indigena tradizionale, dove si potranno apprezzare i canti e le danze delle abuelitas Ticuna, vere ambasciatrici di saperi ancestrali. Cene libere e pernottamenti all'Hotel Manguaré a Puerto Nariño (o similare).

6° e 7° giorno

Puerto Narino-Leticia-Bogotà-Cali

Ritorno in barca a Leticia lungo il Rio delle Amazzoni e volo per Cali via Bogotà. Trasferimento nel centro storico e visita del quartiere coloniale di San Antonio, ricco di fascino, della Iglesia de la Merced e della Loma de la Cruz, il centro artigianale. La capitale dello zucchero della Colombia offre al visitatore l’occasione di una gioiosa festa di frutti tropicali al mercato di Alameda, luogo autentico ridondante di odori e colori. E la possibilità di una serata indimenticabile con uno spettacolo di salsa tenuto da ballerini professionisti di una delle tante celebri scuole della città. Pernottamenti all’Hotel Hampton Hilton (o similare) e cene libere.

8° giorno

Cali-Popayan

Trasferimento a Popayan, splendida cittadina che si sviluppò grazie alla sua posizione geografica strategica, a metà strada tra Bogotà e Quito. Lungo la strada, se martedì, sosta al mercato di Silvia, davvero animato e colorato. Altrimenti visita dei villaggi dei dintorni (Guambìa, la Campana, Caciques) dove abitano i Guambianos, una comunità indigena considerata tra le più originali e tradizionali del paese. I Guambianos sono circa 12.000, parlano la loro lingua e tutti, uomini e donne, indossano lunghe gonne blu bordate di rosa o fucsia, un poncho spesso dello stesso colore, una sciarpa a righe ed una sorta di bombetta come copricapo. Favolosi gli autobus completamente decorati con fronzoli dipinti a colori vivaci. Le vie di Popayan, pavimentate e bordate di vecchie abitazioni dipinte a calce, i balconi difesi dai bei lavori in ferro battuto, fanno della cosiddetta Ciudad Blanca una delle più affascinanti città coloniali della Colombia. Visita del centro storico e di alcuni edifici barocchi come le chiese di San Francisco, di Santo Domingo e la Capilla de Belen, la Torre dell'Orologio e i ponti della Custodia e del Humilladero. Pernottamento all'Hotel Dann Monasterio 5* (o similare), situato in un antico convento francescano del 1570. Cena libera

9°, 10° e 11° giorno

Popayan-San Augustin-Neiva

5 ore di strada separano Popayan da San Augustin, sui contrafforti del più importante sistema montagnoso del paese, riserva riconosciuta della biosfera. E' un piccolo villaggio sorto quasi alla sorgente del fiume Magdalena, famoso per i  paesaggi e per i suoi siti archeologici tra i più enigmatici della Colombia. Sistemazione per 2 notti all'Hotel Yuma, semplice ma caratteristico ed immerso nel verde. Cene libere.  Nel pomeriggio visita al più importante e intrigante sito archeologico della Colombia, ricco di strane statue e vestigia di civiltà scomparse ben antecedenti al periodo Inca. Scoperta di 4 “mesitas”  con monumenti funerari, statue in pietra e tombe e visita guidata al Bosco delle Statue che offre al viaggiatore ben 39 statue superbamente integrate nella natura locale. Il 10° giorno partenza in fuoristrada per il villaggio di Isnos e la sorgente del fiume Magdalena. Qui due parchi archeologici incastonati in maestosi paesaggi tra cui le spettacolari cascate di Los Bordones, alte 320 metri, faranno la felicità di appassionati e non...l'Alto de los Idolos e l'Alto de las Piedras racchiudono i resti di un antico centro rituale. E l'indomani, 11° giorno, escursione ai siti archeologici di Chaquira, Tablon, Pelota e Purutal per apprezzare le svariate sculture antropomorfe e zoomorfe frutto dell'ingegno e dell'abilità delle antiche popolazioni della regione. Ritorno a San Augustin e nel pomeriggio partenza per Neiva e pernottamento all'Hosteria Matamundo, la più fascinosa sistemazione della città. Cena libera.

12° e 13° giorno

Neiva-Cartaghena delle Indie

Volo per Carthagena delle Indie, la perla dei Caraibi, Patrimonio dell'Umanità. Il fascino di questo luogo deriva dalla ricchezza della sua architettura, dalle sue storiche fortificazioni, dall'accoglienza calorosa dei suoi abitanti e dalle numerose manifestazioni culturali ereditate da un popolo fiero. Fondata nel 1533 divenne ben presto uno degli scali più ricchi ed importanti per convogliare le ricchezze del continente verso l'Europa e quindi massimo oggetto del desiderio durante l'epoca burrascosa della pirateria. Una visita al centro storico parte dalla Torre del Reloj per poi raggiungere la chiesa ed il monastero di San Pedro de Claver. Poi ecco la Plaza Santo Domingo, animatissima la notte, e la sua superba chiesa. E il Parco Bolivar, graziosamente ombreggiato, vera oasi di freschezza, all'interno del quale troneggia il Palazzo dell'Inquisizione e la cattedrale minore. La passeggiata finisce nelle “bovedas”, dove si trova una grande varietà di oggetti d'artigianato. Tempo libero a disposizione per andare a spasso per le viuzze, scoprire scorci indimenticabili e “vivere” l'atmosfera struggente di questo gioiello dal sapore antico. Cene libere e pernottamenti all'Hotel 4* Bantu (o similare), nel centro storico.

14°, 15° e 16° giorno

Cataghena-Mompox

Trasferimento stradale per raggiungere El Banco. Infatti la cittadina di Mompox si trova su un’isola del fiume Magdalena accessibile solo in barca, l’isola Margarita, la più estesa del Sudamerica in acqua dolce. Dopo l’attraversamento si continua verso Santa Cruz de Mompox, un piccolo gioiello, interessantissimo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1995, teatro dell’universo magico di Garcia Marquez. Fondata nel 1540, fece la sua fortuna proprio a causa della presenza dei fiumi Magdalena e Cauca che la resero importante scalo commerciale tra la costa e l’interno, determinandone poi la decadenza con l’insabbiamento progressivo dei corsi d’acqua. Una giornata intera sarà dedicata alla visita del centro coloniale, del mercato, dello struggente cimitero, dei laboratori di gioielleria…è la scoperta di tradizioni e di un’autentica e ben conservata architettura coloniale, come i Portali della Marchesa e il Collegio Pinillos, le vaste dimore del XVIII secolo, gli edifici sacri. D’obbligo una passeggiata lungo la Calle Real del Medio, su cui si affacciano gli edifici storici più importanti. La presenza del fiume e una gentilezza e serenità straordinarie della popolazione coroneranno l’atmosfera magica di Mompox, rendendo questa tappa una delle più affascinanti del viaggio. Il pomeriggio del 15° giorno sarà dedicato ad un’escursione in piroga sul fiume per osservare trampolieri, numerosi esemplari d’iguana e scimmie e farsi un bel bagno ristoratore tra i giacinti d’acqua della laguna spettacolare de La Cienaga. Pernottamenti nella superba, caratteristica vecchia residenza di Dona Manuela (o similare). Il 16° giorno ritorno a Carthagena con pernottamento all’Hotel Bantu 4*, in centro. Cene libere.

17° giorno

Carthagena-Bogotà-Europa

Trasferimento all'aeroporto di Carthagena, volo per Bogotà e coincidenza per l'Europa. Pasti liberi.
 

18° giorno
Italia

Arrivo a destinazione.
 
 
Possibilità di estensioni e soggiorni sulle isole e sulle spiagge dei Caraibi, sotto il cielo dei tropici. Per esempio sull'Isla Mucura con sistemazioni all'Hotel Punta Faro.

 
Prezzo per persona in doppia – partenza da Milano/Roma - minimo 4 partecipanti

Tour Leader dall'Italia a partire da 10 partecipanti.

Altre date su richiesta.

 

Prezzi e date di partenza

data di partenza rientro Note particolari Prezzo HS Calc
2018 Gio. 12 Lug Dom. 29 Lug 3800 -
2018 Gio. 09 Ago Dom. 26 Ago 3800 350

Calcolo del prezzo


Descrizione Costo
Costi fissi
Prezzo base a persona in camera doppia € 3800
isc + assicurazione medico/bagaglio € 80
Supplemento alta stagione € 350
Tasse aeroportuali indicativamente* € 0
Costi accessori e supplementi
Supplemento camera singola € 500
  TOTALE DEI COSTI  

costi annessi e supplementi


Costo a persona Prezzo
Tasse Aeroportuali, da verificare al momento dell'emissione del biglietto € 0
Sistemazione in singola € 500
Iscrizione ed Assicurazione medico-bagaglio € 80


La quota comprende:
I voli a/r in classe economy, intercontinentali e domestici
Trasferimenti da e per l’ aeroporto
Sistemazione in camere doppie standard 
Circuito a bordo di minibus, fuoristrada, barche
I pasti indicati nel programma
Tutte le escursioni e le visite citate nel programma
 
La quota non comprende:
**Tasse aeroportuali, security tax & fuel surcharge**
L’iscrizione ed assicurazione medico/bagaglio
Bevande, mance, extra di natura personale, quanto non espressamente citato
 
Supplementi:
*Supplemento alta stagione
Sistemazione in singola



Assicurazione Annullamento facoltativa


Quota di partecipazione al viaggio Premio per assicurato
Fino a € 1.500,00 € 35
Fino a € 2.000,00 € 50
Fino a € 2.500,00 € 60
Fino a € 3.000,00 € 70
Fino a € 4.000,00 € 90
oltre e fino a € 8.000,00 € 120


Attenzione: la richiesta di assicurazione contro il rischio annullamento va confermata contestualmente alla conferma del viaggio e viene resa operativa al momento del ricevimento dell'acconto.

torna ad info e viaggi: Colombia

Punti forti del viaggio

In Breve...

Grande circuito alla scoperta di una terra straordinaria, dalla natura esuberante e dal passato quanto mai intrigante. La bellezza dell'architettura delle città coloniali si fonde perfettamente coi panorami vastissimi e sempre diversi...spiagge caraibiche, scorci andini e foresta tropicale si avvicendano “encantando” i visitatori curiosi. Il tutto condito dalla visita di alcuni siti archeologici, testimonianze preziose ed illuminanti delle culture precolombiane. Un tuffo nell'universo verde dell'Amazzonia, quasi al confine col Perù, rappresenta infine uno dei momenti più intensi del viaggio e l'occasione per incontrare le comunità Ticuna, Cocama e Huitotos e cercare di penetrare le loro storie e tradizioni.Affascinanti e suggestive le sitemazioni alberghiere, importante ingrediente per il godimento perfetto di questo fecondo itinerario.

 

Richiesto per partire:

  • Passaporto valido